mercoledì 5 novembre 2014

LA PUBBLICITÀ E' L'ICORE DEL COMMERCIO (VII)

Un caloroso benvenuto a tutti voi, gentaglia di malaffare!
E benvenuti al nuovo e (si può dire? Sì, si può dire!) attesissimo appuntamento con LA PUBBLICITÀ E' L'ICORE DEL COMMERCIO, la rubrica che credevate morta e sepolta mesi fa e che si prende la briga non richiesta di informarvi su quello che faccio in un dato periodo della mia vita.
Che volete? Dovrò pur parlare a qualcuno che non sia una voce nella mia testa, no?

Prima di tutto, mi piacerebbe spendere qualche parola sull'ultima edizione del Lucca Comics&Games (se non sapete cosa sia vuol dire che vivete in un modo parallelo più di quanto lo faccia io), conclusasi appena tre giorni fa proprio nella bellissima città toscana.
Quest'anno, come sempre, numeri da record per quanto riguarda le presenze, sia di ospiti sia di "semplici" visitatori: pare che si sia superato persino Angoulème per giungere al secondo posto!
Beh, sarebbe fico, se Lucca Comics&Games fosse qualcosa di più di un semplice ritrovo in cui poter sfogare il proprio "animo nerd" oppure spendere soldi in cose per l'80% inutili nel corso della nostra vita futura. Lucca non è una fiera del fumetto o una mostra del fumetto, è un Comicon in piccolo, l'insieme di tutto ciò che esiste di commerciale nel mondo del fumetto: qualsiasi autore interessante è quasi del tutto inavvicinabile e l'unico posto in cui si può respirare (specialmente durante il weekend) è il Palazzo Ducale con le mostre, spesso mooolto più vuote dello stand che presenta l'ultima edizione "a tiratura superlimitatissimachenontenerendineanchecontodaverodavero" del solito fumetto della solita casa editrice.
In realtà penso da qualche anno che sia inevitabile (e non solo nel mondo fumetto) questo deragliamento verso la commercializzazione, e tutto sommato non è nemmeno un male... solo, non piaceva tanto anche a voi quando, parlando con un semi-sconosciuto, riuscivi a descrivere Ironman senza che l'altro dicesse le parole "miliardario, playboy, filantropo"?

Non lo so, sarò io.

Comunque sia, gli acquisti di questa edizione lucchese, da par mio, si sostanziano in ben 4 numeri di Hellblazer targati Magic Press (Ennis, Ellis, Mina e Milligan), Sandman: Overture nel fastidiosissimo formato spillato e tre libercoli, ovvero Cose Fragili di Neil Gaiman, Sonno di Murakami e Traversata Infernale della nuova serie di Lupo Solitario.

Ma torniamo a noi.
Che cosa sto facendo in questo periodo?
Beh, prima di tutto, continuo a lavorare, e precisamente nella redazione di una testata giornalistica online chiamata TargatoCN, che si occupa della provincia di Cuneo (dove, lo ricordo per i più smemorati, vivo!); il lavoro mi piace molto, l'ambiente è davvero buono e c'è già un bel legame tra me e i miei colleghi più stretti... continuo a non vedermi come vero e proprio giornalista, ma ehi, di qualcosa si dovrà pur vivere!
Per quanto riguarda la scrittura e tutto il resto, sto preparando un paio di cose interessanti.
Prima fra tutte... la mia nuovissima fatica!
Si tratterà di un racconto lungo molto probabilmente distribuito in forma digitale (sia ebook che pdf) e molto probabilmente da febbraio in avanti: la storia in questione la sto lavorando, in un modo o nell'altro, da circa 2 anni e ora che sono alle battute finali del progetto sono davvero soddisfatto del risultato. Spero lo sarete anche voi, ma in caso contrario, amici come prima.
Intanto, per febbraio 2015, sto cercando di mettere in piedi almeno una serata "aperitivo+lettura" in quel di Cuneo; tre bravi ragazzi molto più avvezzi al parlare in pubblico di me declameranno altrettanti miei racconti brevi, presenti qui sul blog e in qualche modo legati al tema dell'identità... e proviamola a farla, una cosa del genere nel capoluogo della Granda!
Infine, stiamo preparando per l'anno prossimo una sorpresa che coinvolgerà nuovamente SEIOCCHI: non sappiamo ancora quale sia nemmeno io e Vanessa Rubino, ma appena so qualcosa di più giuro che vi metto a parte di tutto.

Beh, insomma, sembra che sia un buon momento per essere uno scrittore in erba indipendente e semisconosciuto.
O almeno, lo spero.
Visto che ne sentite la mancanza, ecco per voi "Road Trippin' " dei RHCP.


A presto!


2 commenti:

  1. Ci credi che le tue riflessioni su Lucca (miliardario-playboy-filantropo) le ho avuto anch'io?
    Comunque sono molto curioso per quanto concerne il racconto lungo :)

    RispondiElimina
  2. Sì che ci credo.
    Abbiamo più o meno lo stesso numero di neuroni, noi due!

    Comunque non mettermi tutta 'sta pressione addosso, dai XD

    RispondiElimina